• Italian
Acquista Spazio Pubblicitario

Sondaggi

Quale Ŕ il motivo della tua visita:
 

Chi e' online

Abbiamo 1 visitatore online

Login Form



Cerca

Accessi al Portale

Stampa

GLI SCAVI  

ImageFamosi a livello planetario, gli scavi di Pompei e di  Ercolano sono gli unici siti archeologici al mondo,  in grado di restituire al visitatore un centro abitato romano, la cui vita è rimasta ferma ad una lontana mattina del 79 d.C., epoca dalla quale il Vesuvio decise di cancellarlo dall'orbe terraqueo. 
La città deve il suo eccezionale stato di conservazione alle modalità con cui è stata sepolta. Tonnellate di ceneri, pomici e lapilli l'hanno coperta sotto uno strato di oltre 6 metri preservandola, nel contempo, dalla maggior parte delle offese del tempo. Gli stessi materiali piroclastici, cementandosi attorno ai corpi investiti, ne hanno conservato l'impronta, consentendo agli archeologi di restituirceli negli atteggiamenti assunti a seguito di brevi ma atroci agonie.Il centro romano che si visita oggi è in realtà "figlio" di un altro, più antico, fondato all'inizio del VI secolo a.C. dagli Osci, genti italiche cui si sovrapposero successivamente i Sanniti.La città italica ha lasciato moltissime tracce di se. Essa, infatti, inizialmente abitata solo nella zona dove attualmente si trova il foro, si estese successivamente assumendo l'impianto ad isolati rettangolari (insulae) ancora visibile. Anche molti edifici attualmente visitabili furono realizzati nel corso del II secolo a.C. prima che Pompei, in seguito alla guerra sociale che l'oppose a Roma, fosse conquistata da L. Cornelio Silla divenendo colonia romana (80 a.C.). Negli anni della colonia vi furono alcune importanti realizzazioni, quali le Terme del Foro e l'Anfiteatro. L'aspetto attuale fu comunque raggiunto nella prima età imperiale, epoca cui risalgono la Palestra Grande e gli edifici pubblici sul lato est del Foro. Quest'ultimo, circondato da un portico e dominato dal tempio di Giove, costituisce il cuore della città, il suo centro politico, amministrativo e commerciale. Al Foro si contrappone il quartiere dei teatri, cuore pulsante delle attività culturali e religiose pompeiane, realizzato nel II secolo a.C. Le attività "ludiche" furono collocate in gran parte all'estrema periferia dove è possibile visitare l'Anfiteatro e la Palestra Grande. Di grande interesse anche le terme pubbliche: quelle del "Foro" e quelle "Stabiane", caratterizzate dall'alternarsi d'ambienti a temperatura gradatamente crescente (frigidarium, tepidarium e calidarium).

Accessi agli Scavi

Porta Marina Superiore - Piazza Anfiteatro - Viale delle Ginestre (Piazza Esedra)

Orario

dal 1° novembre al 31 marzo

dalle ore 8.30 alle 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30)

dal 1° aprile al 31 ottobre

dalle ore 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)

Giorni di chiusura: 1 Gennaio, 1 Maggio, 25 Dicembre (salvo aperture straordinarie)

NON È CONSENTITO INTRODURRE BAGAGLI ALL'INTERNO DEGLI SCAVI.


Tariffe d'ingresso   

Biglietto singolo per gli scavi di Pompei, valido un giorno  € 11,00  - Ridotto € 5,50

a 5 siti  (Pompei, Ercolano, Oplontis, Stabia* e Boscoreale ) valido 3 giorni consecutivi. Intero: € 20,00 - Ridotto: € 10,00

*La visita alle ville di Stabia è gratuita.

La prima domenica di ogni mese ingresso gratuito.

Per ulteriori servizi offerti al visitatore consultare la -Carta dei servizi degli Scavi di Pompei

Per le scuole in visita prenotazione obbligatoria

E' possibile contattare l'ufficio informazioni tramite:

E-mail:  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  
Tel. +39 081 8575347

 

Le notizie redatte in questa pagina sono aggiornate a gennaio 2015 per ulteriori notizie consultare il sito:

   http://www.pompeiisites.org/