• Italian
Acquista Spazio Pubblicitario

Chi e' online

Abbiamo 6 visitatori online

Login Form



Cerca

Accessi al Portale

STORIA

Nell’Ottobre del 1928 fu fatta istanza al fine di riconoscere al Comune di Pompei la qualifica di «Stazione di Cura Soggiorno e Turismo».
ImageIn attesa del riconoscimento legale, fu istituito l’Ufficio del Turismo, amministrato da una  commissione  a cui erano demandati i seguenti compiti:           
 -Istituire e disciplinare tutti i servizi di informazione e assistenza ai viaggiatori nazionali ed esteri, fornendo loro utili notizie sia sulla stessa città di Pompei sia sulle zone limitrofe come Castellammare, Sorrento, Amalfi, Capri, Vesuvio e Paestum;  
 -Organizzare mostre ed esposizioni che illustrassero l’importanza degli Scavi Archeologici;
Il 26 maggio 1930 fu registrato alla Corte dei Conti il Decreto del 21-4-1930, che riconosceva al Comune di Pompei la qualifica di Stazione di Cura Soggiorno e Turismo.
Purtroppo, con il Decreto del 30-11-1934, il provvedimento fu revocato e riprese, a funzionare l’Ufficio Turistico Comunale.
Nel marzo del 1936, il Podestà Bianchi fece istanza per il ripristino del riconoscimento dell’Ente, facendo presente che a Pompei, oltre agli Scavi e al Santuario, un’altra attrattiva era in funzione: la sorgente di acqua minerale, con annesso parco.
Dopo la parentesi della Guerra, il 26-6-1951, fu ripetuta l’istanza e, finalmente, con Decreto del 30 agosto 1952, veniva nuovamente riconosciuto il carattere di Stazione di Cura Soggiorno e Turismo alla città di Pompei.
Successivamente con il D.P.R. n°1042 del 27/08/1960 si provvide a riorganizzare le Aziende Autonome di Cura, Soggiorno e Turismo. Il primo Direttore dell’Azienda fu il Dott. Franco Natalino sino al 1995 e la sede  quella attuale di Via Sacra 1.
L’Azienda nel corso degli anni ha avuto più punti informazioni come quello all’interno degli Scavi presso l’Autidorium e in seguito, quello a Piazza Porta Marina Inferiore dove per un periodo funzionò anche come Ufficio Cambio in collaborazione con il Banco di Napoli. Durante questi anni i sopraindicati uffici hanno fornito e tuttora forniscono assistenza,accoglienza e informazioni a innumerevoli turisti, ospitando tantissimi giornalisti, accogliendo tanti rappresentanti e  delegazioni di Paesi esteri. Tanti attestati di stima sono pervenuti in sede a testimonianza del buon grado di ospitalità e sostegno ricevuto. L’ufficio Promozione ha prodotto diversi depliants e tra essi qualcuno ha ottenuto un notevole successo presso gli esperti del settore.
Dal punto di vista promozionale ha partecipato a Borse e Fiere del Turismo, ha disposto mostre fotografiche, di pittura, scultura e ha organizzato congressi.
In questi cinquanta anni e più all’ufficio di via Sacra sono pervenute, da ogni parte del mondo, un infinità di richieste di materiale pubblicitario o di semplici notizie, attraverso tutti i mezzi comunicazione, da qualche anno anche  via e_mail. Esse sono state evase, sia con i metodi tradizionali che con mail avendo un proprio sito internet visitato da ogni posto della Terra.
Tra gli utenti che si rivolgono all’Azienda ci sono tantissimi studenti universitari, società specializzate e giornalisti che fanno richiesta di dati statistici sulla ricettività alberghiera ed extralberghiera. L’Ufficio Statistica assolve tali istanze e li aiuta a comprendere e a studiare l’evoluzione dell’andamento turistico cittadino.
Un altro compito istituzionale dell’Azienda è quello di organizzare manifestazioni teatrali all’interno degli Scavi.
Si può senz’altro affermare che le rappresentazioni teatrali svoltesi all’ombra  delle suggestive rovine archeologiche, siano nate a Pompei. Ci si perde nell’elencare gli artisti che si sono esibiti a Pompei si farebbe prima a citare quei pochi che non sono venuti. Solo per elencare gli artisti italiani ci vorrebbero intere pagine, ma per ricordane  qualcuno iniziamo da  Tino Buazzelli, Arnoldo Foà, Antonio Casagrande, Carlo Croccolo, Vincenzo Salemme, Michele Placido, Lucio Dalla, Massimo Ranieri, Andrea Bocelli, Katia Ricciarelli, Giorgio Albertazzi, Luisa Corna, Roberto Benigni e tanti altri ancora. Direttori d’Orchestra come Lorin Maazel, Bernstein ,Rostropovic,Uto Ughi,ballerini del calibro di Rudolf Nureyev  cantanti come Frank Sinatra, tenori come Josè Carreras.
Negli anni ottanta un notevole successo riscosse il festival del jazz che  portò ad esibirsi a Pompei musicisti di fama internazionale come Marcial Solal, Dee Dee Bridgewater, Wayne Shorter, Chick Corea, Lino Patrono.
Alla fine degli anni ottanta un altro prestigioso tassello si aggiunse all’attività dell’Azienda, la gestione del Museo Vesuviano, grazie al Santuario e all’aiuto finanziario della Regione Campania.
Nonostante Pompei sia una giovane città, il turismo è una voce importantissima della sua economia e l’Azienda con oltre i suoi cinquanta anni di storia ha contribuito a far crescere questo tipo di sistema produttivo. Grazie, anche alla Regione Campania, alla Soprintendenza Archeologica,al Santuario,al Comune e a tutti gli operatori che negli anni hanno collaborato con L’Azienda.